Il castello e la tenuta di Baillou si trovano in Francia nel Loir et Cher, a 170 km. da Parigi in una regione appartata (chiamata anche il Perche) che ne ha conservato intatte per secoli le caratteristiche, non lontano, però, da centri storici importanti quali Vendome, Blois e i famosi castelli della Loira ( Chambord, Chevreny, Chaumont, Chenonceau, Amboise… ), Chartres e la sua magnifica cattedrale dalle grandi azzurre vetrate, nonché Le Mans con il suo circuito automobilistico. Raggiungibile in poche ore anche il famoso Mont Saint Michel con il suo convento, l’antica rocca e le maree che in determinati giorni del mese lo separano dalla terra ferma a cui rimane unito solo da un piccolo lembo di terra.

Nel castello di Baillou è nato Guglielmo de Pierre de Bernis de Courtarvel , futuro Principe Pallavicini, discendente del famoso cardinale de Bernis sepolto a Roma nella chiesa di San Luigi dei Francesi.

Il castello è stato costruito in due diverse epoche, una risale alla fine del 1400 e la seconda al 1700. La sua origine, assieme a quella della chiesa dedicata a San Giovanni Battista, decorata con bellissime vetrate, è attribuita a Marie de Baillou e ad Hardouin de Coutance ( 1455) nonché al loro figlio Giovanni diventato poi nel 1479 sindaco di Tours. Dai Coutance il castello è passato nel 1759 ai marchesi di Courtarvel, avi dell’attuale proprietaria Maria Camilla Pallavicini.

Il castello, in posizione leggermente rialzata rispetto al borgo di Baillou, è circondato da ampi giardini, prati, pascoli ed è incorniciato da boschi di ogni genere fra cui il più bello composto da piante ultracentenarie, a suo ridosso. E’ facile scorgervi indisturbate famiglie di caprioli, lepri, fagiani, pernici, nonché scoiattoli, ricci e animali di ogni genere.

La proprietà è composta da circa 200 ettari dedicati a colture agricole ( grano, mais, orzo, colza, miglio ecc.) da altri 200 dedicati al pascolo di circa 250 capi di bestiame charollais e da altri 300 ha a parco e a boschi.