Nella bassa maremma, a circa 40 chilometri dalla Capitale verso nord-ovest, più precisamente sulla collina di Montetosto a 150 metri sul livello del mare, si trova la parte alta della Tenuta di Cerveteri, dove si coltivano circa 15 ettari vitati dei 544 ettari tutti irrigui e coltivati a cereali e foraggi.

Sull’Aurelia è ubicato il centro aziendale, un casale del 600, che sorge sulle antiche rovine del Tempio del Sole.

In questi terreni la famiglia Pallavicini ha individuato la collocazione ottimale per l’impianto di cloni nobili di Sangiovese grosso, Merlot, Syrah, Petit Verdot e Cesanese ad alta densità. Alla natura di un terreno aspro inserito in una macchia mediterranea si congiungono altri fattori dovuti al microclima caldo e asciutto ed a una ideale esposizione al sole e alla brezza marina.

Queste fortunate caratteristiche ambientali, unite alla densità dell’impianto, cedono al vino un’impronta caratteristica di grande personalità e riconoscibilità.